Calcio, ennesimo pareggio dell’Italia contro la Svizzera per le qualificazione ai mondiali in Qatar

L'Italia sbaglia il calcio di rigore contro la Svizzera
L’Italia pareggia 0-0 contro la Svizzera a Basilea nel match valido per il Gruppo C di qualificazione ai Mondiali 2022. Spicca il rigore sbagliato da Jorginho in avvio di ripresa. Gli azzurri, reduci dal pari casalingo con la Bulgaria, salgono a 11 punti, mantenendo la prima posizione nel girone. La Svizzera è a quota 7 ma ha due partite in meno rispetto ai campioni d’Europa e potrebbe salire in vetta con 2 vittorie. L’11 novembre l’Italia – che colleziona il 36 risultato utile consecutivo senza sconfitte – ospiterà la selezione elvetica a Roma in una sfida che rischia di diventare uno spareggio. La Nazionale di Mancini crea occasioni in avvio. Al 13′ Immobile calcia addosso ad Akanji, poi Insigne non sfrutta il tap-in. Al 19′ chance colossale per Berardi, che solo davanti a Sommer si fa ipnotizzare dal portiere elvetico. Al 35′ ci prova Insigne dal limite: destro a giro, mira errata. In finale di frazione si va viva la svizzera: colpo di testa di Akanji al 42′, palla non lontana dall’incrocio. Nella ripresa, la svolta potrebbe arrivare al 50′. Rodriguez abbatte Berardi con una scivolata folle: rigore, Jorginho calcia debolmente e Sommer addirittura blocca. Il portiere rossocrociato non si fa sorprendere nemmeno da Insigne che al 72′ cerca la porta in diagonale. L’Italia si disunisce e perde compattezza, la Svizzera non corre rischi nel finale e si tiene stretto il pareggio. “In questo momento la palla non entra, dobbiamo essere più cattivi e più precisi. Abbiamo stradominato la partita, non si può non vincere 2-0 o 3-0”, dice Mancini ai microfoni della Rai. “Le occasioni le abbiamo avute nel primo e nel secondo tempo. Vedremo qualche cambio nella terza partita perché i ragazzi sono stanchi. Arrabbiato? No, capita. Brucia l’occasione persa? Come giovedì scorso, è uguale”, conclude Mancini ripensando anche al pareggio casalingo con la Bulgaria. “Abbiamo fatto una grande partita sotto tutti i punti di vista, agonistico e tecnico, una delle migliori partite e forse anche migliore del match vinto 3-0 a Roma a giugno. C’è mancato quel pizzico per fare gol. Va tirato fuori al più presto possibile, siamo entrati più in partita rispetto a giovedì”, è l’analisi di Giorgio Chiellini ai microfoni della Rai. “Ci manca ancora qualcosa ma questa squadra lo troverà, oggi mi è piaciuta tanto. E’ tornata quella che abbiamo lasciato a Wembley, l’ultimo passettino lo faremo a ottobre in Nations League e a novembre ci prenderemo la qualificazione al Mondiale. Ora recuperiamo, abbiamo speso tantissimo, recuperiamo energie e vinciamo mercoledì”.