Scoperte a Castrum novum, Flavio Enei ringrazia i volontari del Gatc

Il dott. Flavio Enei
SANTA MARINELLA – Non molti conoscono la storia di Castrum Novum, che da anni è motivo di scavi per riportare alla luce una città romana, un sito archeologico affascinante che ha avuto 800 anni circa di vita. “La città romana era abbastanza complessa – dice l’archeologo Flavio Enei – ed ebbe diverse fasi costruttive. Cominciò nel III secolo aC come fortino militare, per poi continuare ed essere completamente ristrutturata in età cesariara. Arriverà fino alla fine dell’impero e verrà descritta dal poeta Rutilio Namaziano nel Vdc che la definirà semidistrutta. Negli anni passati sono state tante le scoperte: il muro della città con una porta monumentale e il decumano della città, la prima caserma del castrum ed addirittura un teatro, solo per nominarne alcune. Tutto questo è stato possibile riportarlo alla luce grazie ai volontari del Gruppo archeologico del territorio Cerite”.