Solidarietà: consegnato alle Scuole materiale didattico che sarà a disposizione degli studenti che ne avranno necessità

Ieri mattina i Volontari del Gruppo Comunale di Protezione di Cerveteri si sono recati nelle Segreterie Didattiche delle Scuole di Cerveteri consegnando materiale scolastico da mettere a disposizione degli studenti che ne avranno necessità nel corso dell’anno scolastico. Quaderni, matite colorate, penne, fogli da disegno e occorrente vario, raccolto in occasione della maxi iniziativa solidale della scorsa settimana che si è svolta presso i punti vendita del Maury’s e la cartolibreria Punto Carta (quest’ultima ha partecipato anche con una importante donazione personale) in collaborazione con la G.S. Cerveteri Runners. Un piccolo ma significativo gesto di vicinanza al mondo scolastico, in vista della ripartenza delle lezioni che ci si auspica quest’anno possano svolgersi tutte in presenza. Già da lunedì invece, sono partite le consegne dei pacchi alimentari e di prodotti per l’igiene personale e per la casa raccolti nella stessa campagna solidale organizzata sempre dal Gruppo Comunale di Protezione Civile coordinata da Renato Bisegni.
AGGIORNAMENTO del 10.09.2021 ore 18.12

Sinergia tra le istituzioni per aiutare i fratellini

“Abbiamo lavorato in sinergia tra le istituzioni per risolvere il problema dei due fratellini”, ha dichiarato Francesca Cennerilli, Assessora alle Politiche alla Persona di Cerveteri. La famiglia dei due ragazzi si è quest’anno trasferita da Civitavecchia a Cerveteri e, all’inizio si è sentita rifiutare l’iscrizione dei due fratelli. Il motivo era l’assenza di posti sia alle elementari che alle medie: una situazione spinosa. “Era un problema importante – ha aggiunto –: si doveva dare l’opportunità ai due ragazzi perché era il loro sacrosanto diritto di andare a scuola nonostante le complicazioni del caso”. A muoversi sono state subito, dunque, tutte le istituzioni, anche se le possibilità dirette dell’Amministrazione comunale, per motivi burocratici erano limitate. L’interessamento da più fronti e la sinergia tra le parti hanno permesso di risolvere la situazione per tempo, senza far perdere neanche un giorno di scuola ai ragazzi che ora, entrambi, frequenteranno l’Istituto Cena.