Blitz anticriminalità alla Stazione Termini: controllate 285 persone: espulsi 11 stranieri

I controlli dei carabinieri alla stazione Termini
Controllate 285 persone di cui 186 stranieri e 73 delle quali gravate da precedenti di polizia.
Undici gli stranieri accompagnati presso l’ufficio immigrazione per la verifica della loro posizione sul territorio nazionale. E’ il bilancio dell’operazione Alto Impatto interforze di ordine e sicurezza pubblica svolto ieri a Roma nella zona della stazione Termini a seguito di analisi effettuata in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. La Polizia di Stato ha operato con il concorso della Guardia di Finanza e della Polizia Locale di Roma Capitale, mentre l’Arma dei Carabinieri con le proprie articolazioni specializzate del Nas e del Nil, per la verifica della specifica normativa di settore. Due spacciatori, due borseggiatori ed un ricercato per aggravamento delle misure cautelari sono stati arrestati. Cinque persone sono state denunciate in stato di libertà per aver violato le prescrizioni che, nel recente passato, gli erano state imposte con il Foglio di via obbligatorio ed il Daspo Urbano (divieto di frequentare determinate aree urbane). Controllati nella stessa area 33 esercizi commerciali (bar, minimarket, affittacamere e B&b), per 7 dei quali, un bar, 3 minimarket e 3 affittacamere/B&B, a causa delle gravi violazioni contestate, è stata applicata la chiusura per 5 giorni. Ulteriori 25 esercizi commerciali sono stati sanzionati. Tutti i locali per i quali è stata adottata la chiusura non si attenevano alle prescrizioni anti-covid. Cinque gestori sono stati anche denunciati all’autorità giudiziaria per frode in commercio o per non aver comunicato alla Questura i nominativi degli ospiti.