Striscia di Gaza: intercettati due razzi palestinesi, sventato anche dai militari israeliani un attentato con i coltelli

Militari israeliani in un check point alla Striscia di Gaza
Due razzi sono stati intercettati dal sistema di difesa aerea Iron Dome. Il primo è stato lanciato nella notte, nel terzo giorno consecutivo di attacchi dalla Striscia. Il secondo all’alba, mentre i caccia israeliani bombardavano obiettivi di Hamas. Il capo di stato maggiore dell’esercito, Aviv Kohavi, ha avvertito che Israele “difenderà il suo confine con la Striscia di Gaza e non accetterà alcuna violazione della sovranità. Risponderemo con forza a ogni violazione e continueremo a farlo. Se la situazione dovesse degenerare, Hamas e la Striscia di Gaza pagheranno un prezzo pesante”. Israele ha bombardato obiettivi di Hamas a Gaza, in risposta a lanci di razzi dalla Striscia. Lo ha riferito l’esercito israeliano, spiegando di aver colpito quattro obiettivi: siti utilizzati per l’addestramento militare, depositi di armi e l’ingresso di un tunnel sotterraneo. In Cisgiordania, a sud di Betlemme, un palestinese è stato “neutralizzato” dopo un tentativo di accoltellamento. Secondo quanto riferito dall’esercito in un tweet, nessuno è rimasto ferito.