Covid, la Lombardia è la prima Regione ad aver vaccinato l’80% della popolazione over 12

La vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti
Oggi la Lombardia raggiunge l’obiettivo fissato da Figliuolo dell’80% della propria popolazione con più di 12 anni con vaccinazione completa. Siamo la prima regione ad arrivare a questo traguardo”. Lo scrive, sul suo profilo Twitter, la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti. “Grazie a tutti gli operatori e ai cittadini lombardi – aggiunge Moratti -. Vacciniamoci, proteggiamoci!”. “Bene la Lombardia, che ha raggiunto l’obiettivo della vaccinazione completa per l’80% della popolazione over 12. Le Regioni, in collaborazione con la struttura commissariale del generale Figliuolo, corrono. Adesso estensione del green pass a nuovi settori per accelerare ulteriormente”, scrive su Twitter Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e le autonomie.  “Grazie al lavoro di Francesco Paolo Figliuolo e di tutti per vaccinare il più possibile gli italiani il rischio di un nuovo lockdown sia davvero, da questo punto di vista, escluso”. Lo ha sottolineato Guido Bertolaso, consulente della Regione Lombardia per la campagna vaccinale, in un’intervista televisiva. Pronti per la terza dose “Nella giornata di ieri è stato reso noto dalla Struttura Commissariale che l’avvio della somministrazione delle dosi addizionali di vaccino anti Covid-19, la cosiddetta ‘terza dose’, è previsto per lunedì 20 settembre a partire dai soggetti maggiormente esposti o a maggior rischio di malattia grave”, si legge in una nota della Regione Lombardia. “Si inizierà – prosegue la nota – dai pazienti trapiantati di organo solido e di cellule staminali ematopoietiche e si proseguirà con le altre categorie di pazienti immunocompromessi, come i pazienti in chemioterapia. In attesa della puntuale definizione della popolazione target da parte del Ministero della Salute, l’Unità di Crisi di Regione Lombardia ha già definito le attività e le priorità per l’elaborazione del piano operativo per la somministrazione di dosi addizionali e dosi ‘booster'”. “Tale piano, dopo la condivisione con le Ats, le Asst e le rappresentanze dei medici di medicina generale, dei pediatri di libera scelta, delle farmacie – conclude la nota – sarà presentato ufficialmente la prossima settimana in conferenza stampa”.