Cinema, l’attore Jeff Bridges è guarito dal Covid dopo cinque mesi in ospedale

L'attore premio Oscar Jeff Bridges
ll Covid mi ha “aggredito con forza, ma ora sto meglio, e mi sono già vaccinato con le dovute due dosi”. Lo ha raccontato Jeff Bridges, il mitico protagonista de “Il Grande Lebowski”, contagiato dal coronavirus  proprio durante la sua battaglia contro il linfoma. Il vincitore dell’ Oscar come miglior attore per ‘Crazy heart’,  71 anni – al quale è stato diagnosticato un tumore del sangue nell’ottobre scorso – ha rivelato per la prima volta il contagio con il Sars-Cov2 che lo ha costretto a restare ricoverato in ospedale per 5 mesi.    Definendo “il cancro una cosa da poco rispetto alla mia ‘danza’ con il Covid che mi ha ‘sfondato'”, Bridges ha osservato: “La mia ospedalizzazione così lunga è dovuta al fatto che la chemioterapia mi aveva indebolito il sistema immunitario”. “Ho avuto momenti di fortissimo dolore – ha ammesso – in cui ho pianto tutta la notte, ho avuto bisogno di ossigeno e di aiuto per camminare, ma nell’insieme sono rimasto gioioso e felice”. Anche la moglie di Bridges ha avuto il Covid ed è stata ricoverata per 5 giorni. L’attore ha fatto sapere che il suo tumore è in remissione. La star e produttrice esecutiva di FX della prossima serie drammatica di Hulu ‘The Old Man’ ha infatti condiviso anche un post su Instagram, con il titolo “mi sento meglio”, che rimanda al sito dell’attore.