Comunali, parla il candidato del Pd Gualtieri: “La prima cosa che farò è ripulire Roma”

Il candidato del Pd a sindaco di Roma, Roberto Gualtieri
“Prima cosa che farei da sindaco? Ripulire Roma”. Lo ha detto a Sky Tg24 Roberto Gualtieri, candidato sindaco di Roma per il centrosinistra, ospite di ‘Start’. Nel corso dell’intervista l’ex ministro dell’Economia ha parlato anche di trasporti, di eventuali ballottaggi dichiarando che non ci saranno “apparentamenti” e del nuovo stadio della Roma. “Bisogna immediatamente fare una pulizia straordinaria delle strade – ha dichiarato Gualtieri -perché non sono mai state così sporche. Naturalmente non bisognerà fare solo questo: si dovrà lavorare per rendere strutturale la pulizia delle strade, quindi riformando i metodi di spazzamento, modificando la struttura e l’organizzazione di Ama, potenziando la raccolta differenziata, il porta a porta, e soprattutto realizzando gli impianti per il trattamento ecologico dei rifiuti per produrre energia pulita come si fa in tutte le grandi città europee, e chiudere il famoso ciclo dei rifiuti lungo le linee dell’economia circolare, come appunto l’Europa non si stanca di dire e adesso ci ha dato anche dei soldi per poterlo fare”. Sulla possibilità di fare una discarica in città Gualtieri ha risposto che “oggi c’è una discarica a Roma, e questa discarica sono le strade, le piazza: Roma è la discarica. La Sindaca ha fatto la discarica a Roma, scegliendo come luogo i quartieri della città. Questo ha prodotto il fatto che ci sarà il commissariamento, perché i tribunali hanno dato torto all’amministrazione, e quindi adesso non potrà più decidere Roma. Adesso la Regione prenderà il comando e sono convinto che gestirà meglio, e noi collaboreremo con la Regione per superare questa situazione e finalmente mettere Roma nelle condizioni di fare le cose che vanno fatte”.