Covid, parla Ursula von der Leyen: “Siamo leader nel mondo sui vaccini. Oltre il 79% della nostra popolazione è vaccinata”

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen
“Siamo leader nel mondo sui vaccini. Oltre il 79% della nostra popolazione è vaccinata. Siamo stati gli unici ad aver diviso oltre la metà dei nostri vaccini col resto del mondo, con oltre 700 milioni”. Così la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen nel suo discorso sullo Stato dell’Unione. 2022 anno europeo dei giovani “Proporremo di dichiarare il 2022 l’anno europeo dei giovani, celebreremo un anno dedicato ai giovani che hanno tanto dato agli altri”. Così la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Alma, ‘Erasmus’ per chi non lavora La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha annunciato il programma Alma “per permettere ai giovani che non lavorano e non fanno formazione di poter avere esperienza lavorativa in un altro Stato membro”. Una specie di Erasmus per chi non studia. Ue deve fare di più da sola sulla difesa “Lavoriamo con il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg su una nuova dichiarazione congiunta che sarà presentata prima della fine dell’anno. Dobbiamo investire nella nostra partnership. Ma questa è solo una parte dell’equazione. Dobbiamo fare di più da soli” sulla difesa. Lo ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.  “Avvieremo una discussione sulla governance economiche nelle prossime settimane; l’obiettivo e’ costruire un consenso sulla strada da seguire ben prima del 2023” ha inoltre auspicato la presidente della Commissione europea. Piano per sanità da 50 miliardi “Facciamo tutto il possibile per evitare che questa situazione si muti in una pandemia dei non vaccinati” ha affermato Ursula von der Leyen. La presidente ha poi annunciato un piano di investimenti in salute da 50 miliardi di euro.  Salveremo afghani a rischio “Voglio essere innazitutto chiara: noi siamo al fianco del popolo afghano. Delle donne, dei bambini, dei giornalisti, dei difensori dei diritti umani, penso alle giudici donne che si nascondono. Coordineremo gli impegni con gli Stati membri per portarli in sicurezza” ha dichiarato la presidente von der Leyen. “Dobbiamo sostenere gli afghani nei Paese e negli Stati vicini. Dobbiamo fare tutto il possibile per evitare un rischio concreto di carestia e di disastro umanitario. Aumenteremo aiuti umanitari di 100 milioni di euro con un nuovo capitolo che presenteremo nelle prossime settimane”, ha aggiunto. Clima, impegni 2030 non bastano: più fondi biodiversità “Bisogna fare di più a Glasglow, perché gli impegni di riduzione entro il 2030 non bastano. La relazione dell’Iccp non lascia margine ai dubbi. Se il patto verde europeo ha un anima è il nuovo Bauhaus europeo. Qualcosa sta cambiando: siamo la prima economia ad aver presentato una relazione dettagliata. Ue raddoppierà finanziamenti esterni per biodiversità”. Così la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Limite 1,5 gradi per ora fuori portata “La Cop 26 di Glasgow sarà il momento della verità per la comunità globale” quando la volontà delle superpotenze “dovà’ essere supportata da piani concreti perché gli attuali impegni presi non manterranno il riscaldamento globale entro gli 1,5 gradi” ha sostenuto von der Leyen davanti all’Europarlamento. Cina limiti emissioni e superi carbone Sul clima “ogni Paese ha le sue responsabilità” e “gli obiettivi espressi dal presidente Xi per la Cina sono incoraggianti, ma ci aspettiamo la stessa leadership nel decidere come la Cina raggiungerà tali obiettivi. Il mondo sarebbe sollevato se (la Cina, ndr) dimostrasse come raggiungere il picco delle emissioni entro la metà del secolo e abbandonare il carbone in patria e oltre”.