Iran, arrestato il rapper dissidente Toomaj Salehi

Il rapper iraniano Toomaj Salehi
E’ stato arrestato in Iran il rapper dissidente Toomaj Salehi, che in alcune sue recenti canzoni ha messo alla berlina le politiche della Repubblica islamica e denunciato la corruzione all’interno del regime. Il giovane, molto popolare tra gli utenti del social media iraniani, è stato arrestato il 13 settembre: le forze di sicurezza hanno perquisito la sua casa di Isfahan, lo hanno arrestato e portato in un luogo sconosciuto. E’ stato lo zio di Salehi, Eghbal Eghbali, ad annunciare su Instagram il suo arresto: “Hanno arrestato mio nipote Il governo islamico non sopporta la voce di protesta dei giovani dissidenti. Non rimarremo indifferenti a questa ignobile azione”. Tra i suoi rap di protesta “Normal Life”, “Turkmenchay” e “Mouse Hole”. In quest’ultimo (probabilmente quello che ha innescato l’arresto) Toomaj Salehi mette all’indice la Repubblica islamica, i suoi sostenitori all’estero e quanti, a suo giudizio, ignorano l’oppressione del popolo iraniano. Il suo arresto ha messo in ebollizione gli attivisti iraniani per i diritti umani ed è partito l’hashtag di Twitter #FreeToomaj.