Afghanistan, i talebani rassicurano: Presto anche le donne torneranno a scuola

Un gruppo di talebani a Kabul
Le ragazze in Afghanistan torneranno a scuola “il più presto possibile”. Lo ha annunciato il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid, spiegando di stare lavorando “per completare le procedure per fare in modo che le bambine possano riprendere la loro istruzione”. Intanto i talebani hanno diffuso la lista di viceministri che va a completare la squadra dell’esecutivo ad interim: tra i nominati non figura ancora alcuna donna. Mujahid, che è anche viceministro dell’Informazione, ha sottolineato che nel governo sono state incluse le minoranze etniche come gli Hazari e ha precisato che le donne potranno essere aggiunte all’esecutivo in un secondo momento. “Pagheremo i dipendenti pubblici ma ci serve tempo” – I talebani hanno soldi a sufficienza per pagare gli stipendi dei dipendenti pubblici afghani, ha poi chiarito il portavoce, ma “hanno bisogno di tempo”. A un mese dalla presa del potere da parte degli studenti coranici a Kabul, molti funzionari protestano infatti per non aver ricevuto lo stipendio da almeno due mesi. Riunione a New York, Ue: a fianco del popolo afghano – Il commissario Ue agli Affari interni Ylva Johansson ha partecipato alla riunione dei ministri degli Esteri Ue a New York, presieduta dall’Alto rappresentante per la politica estera Josep Borrell “per discutere, tra le altre problematiche, della situazione a Kabul”. “L’Ue è al fianco del popolo afghano”, ha scritto la Johansson su Twitter.