Covid, da novembre gli Usa riaprono le frontiere alle persone vaccinate Ue e Regno Unito

Il presidente Usa Joe Biden
Da novembre chi è vaccinato contro il Covid-19 potrà entrare negli Stati Uniti dall’Ue e dal Regno Unito: la novità è stata annunciata dall’amministrazione Biden. L’annuncio mette fine al divieto di ingresso imposto, un anno e mezzo fa, in piena pandemia da Covid-19, dall’allora presidente Usa, Donald Trump. Da mesi infatti, anche se diversi Paesi europei ammettevano di nuovo i turisti americani, l’America si rifiutava di fare lo stesso per quelli europei. Viaggiare negli Stati Uniti con un Esta o un visto rimaneva possibile solo in situazioni eccezionali. Blinken chiama Di Maio​Il segretario di Stato Usa Blinken ha sentito telefonicamente il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio. Blinken, secondo quanto si apprende, ha anticipato a Di Maio che gli Usa avrebbe riaperto, già da novembre, ai viaggiatori italiani che hanno completato il ciclo vaccinale, così come agli altri viaggiatori europei. Di Maio e Blinken hanno convenuto sull’importanza di rilanciare gli sforzi a livello mondiale sulla campagna di vaccinazione, utilizzando anche il vertice G20 di ottobre. Inoltre Blinken ha confermato la sua partecipazione alla riunione G20 Esteri del 22 settembre. Via le restrizioni anche per arrivi da Cina, Brasile e altri paesi Le restrizioni sui viaggi saranno tolte anche per le persone in arrivo da Cina, Brasile e altri Paesi. I viaggiatori dovranno mostrare la prova dell’avvenuta vaccinazione, che dovrà essere completa, e un test negativo effettuato nelle 72 ore precedenti al viaggio. Le novità entreranno in vigore all’inizio di novembre. Non ci sono invece modifiche per quanto riguarda gli ingressi negli Stati Uniti via terra. Washington ha esteso le restrizioni sui viaggi non essenziali via terra per le persone provenienti da Canada e Messico fino al 21 ottobre; all’inizio della pandemia, le restrizioni sugli spostamenti sono state imposte e poi rinnovate mese per mese.