Messico, tragica la situazione di oltre 10mila migranti che vorrebbe passare la frontiera: violenze e torture

Migranti al confine tra Messico e Usa
A poche ore dal debutto di Joe Biden all’assemblea generale dell’Onu, i media usa hanno diffuso immagini che sembrano mostrare agenti della polizia di frontiera americana a cavallo mentre usano la frusta contro i migranti al confine col Messico, dove è scoppiata una nuova crisi umanitaria per l’arrivo di oltre 10 mila persone, molti dei quali provenienti da Haiti.  “Orribile da vedere”, ha commentata la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki. “Ho visto alcune delle immagini, non ho il contesto completo, ma non riesco a immaginare quale contesto lo renderebbe appropriato”, ha detto. La gente, ha proseguito, è “comprensibilmente” offesa dalla possibilità che le forze dell’ordine usino le fruste o oggetti simili contro i migranti. Un caso imbarazzante di diritti umani per l’amministrazione Biden e per il suo ministro Alejandro Mayorkas, il primo ispanico segretario alla sicurezza interna degli Stati Uniti, anche lui figlio di rifugiati cubani, che ha promesso un indagine. Quanto alla decisione di Joe Biden di rimpatriare tutti i migranti alla frontiera, Psaki si è limitata a dire che “non è questo il momento di venire”.