Covid, parla Nicola Zaccheo (Autorità di regolazione dei trasporti): “Dopo la pandemia le cose non saranno come prima”

Il presidente dell'Autorità di regolazione dei trasporti Nicola Zaccheo
“L’impatto della pandemia” sui trasporti nel 2020 “è stato devastante per tutti i settori” egli effetti “sono determinati da una diffusa percezione del rischio di contagio associato alla mobilità collettiva”. Lo ha detto il presidente dell’Autorità di regolazione dei trasporti Nicola Zaccheo presentando il Rapporto annuale. “Abbiamo assistito ad un inevitabile mutamento degli stili di vita. In questo quadro appare ragionevole assumere che, anche quando la pandemia potrà considerarsi superata, la “nuova normalità” della mobilità collettiva non coinciderà con un ritorno allo status quo ante”. Così nella sua relazione al Parlamento il presidente dell’Autorità dei Traspori Nicola Zaccheo.”Si può ritenere comunque – che i volumi di traffico pre-Covid saranno gradualmente recuperati, ovviamente con differenze riguardo alle modalità e ai motivi degli spostamenti, con una ripresa verosimilmente più sostenuta della mobilità collettiva per attività di lavoro e studio e più contenuta per i viaggi di media-lunga percorrenza”. “La ripresa del trasporto pubblico locale  sarà fortemente condizionata dalla riacquisizione, da parte dei  cittadini, della fiducia verso il trasporto collettivo quale forma di  mobilità sicura, sia per gli spostamenti a livello locale, sia per  quelli nelle distanze medio-lunghe'”, ha sottolineato il presidente  dell’Autorità di regolazione dei trasporti, Nicola Zaccheo. Pandemia come opportunità rinascita, spinta da Pnrr “La tragedia della pandemia può e deve, ora, trasformarsi in una opportunità di rinascita. Il Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) costituisce lo straordinario strumento per la ripartenza e, soprattutto, il rilancio della nostra economia”, ha detto il presidente dell’Autorità per i trasporti Nicola Zaccheo nella sua relazione al Parlamento “Il PNRR – ha aggiunto Zaccheo – dedica una delle sei missioni di cui esso si compone alle “infrastrutture di trasporto per una mobilità sostenibile”, prevedendo consistenti finanziamenti da impegnare in progetti che consentiranno, al nostro Paese, di compiere un grande passo in avanti in un disegno più ampio di rilancio ed ammodernamento”. Ferrovie, autorità trasporti in attesa proposta tariffaria  ”Con riferimento alle infrastrutture  ferroviarie, l’Autorità rimane in attesa di una proposta tariffaria da parte del gestore nazionale che possa essere ritenuta conforme al  modello regolatorio in vigore e idonea a gestire il contesto attuale, nonché le prospettive evolutive dei mercati e dei servizi di trasporto ferroviario”, ha sottolineato il presidente dell’Autorità di  regolazione dei trasporti, Nicola Zaccheo, in occasione della  Relazione al Parlamento. Ruolo garante Art resta fondamentale nei trasporti Il ruolo di garante dell’Autorità di regolazione dei trasporti, in un contesto nel quale l’emergenza pandemica ha prodotto nuove sfide, rimane fondamentale, ha detto il presidente dell’Art, Nicola Zaccheo, nella sua relazione annuale al Parlamento.”In tale contesto – ha detto Zaccheo – il ruolo di Art rimane fondamentale nel garantire che le misure di sostegno al settore di competenza siano concesse in modo equo e non discriminatorio. Allo stesso tempo, con riferimento al mondo delle concessioni, è altresì necessario garantire che il mantenimento degli equilibri economico-finanziari, pur pesantemente affetti dalla pandemia, sia perseguito in applicazione dei principi di trasparenza e sulla base di metodi oggettivi, in modo da non eludere il principio dell’assunzione del rischio operativo in capo al concessionario”.