Milano, al convegno “Youth4Climate” parla il ministro Cingolani: “Il documento dei ragazzi sarà letto dai governanti”

Il ministro della Transizione ecologica Cingolani
Il ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani dialoga con i ragazzi di Youth4Climate in un incontro plenario fuori-programma e li esorta ad essere “chiari e diretti” nel documento che dovranno presentare domani mattina alla Pre-Cop26. Ai 400 giovani delegati di 186 Paesi Cingolani chiede “massima libertà” di espressione nel redigere il testo e li esorta a non essere timidi: “non esitate a dare consigli e indicazioni”, dice. “Il vostro documento – aggiunge – sarà letto dai governanti e dai politici che ne terranno conto e i messaggi debbono essere chiari e diretti, così saranno ricordati meglio dalle persone che li leggeranno, ve ne prego”. Ai ragazzi di Youth4Climate Cingolani chiede di “chiarire la roadmap degli obiettivi che indicate”. “Sono molto grato per i vostri contributi e le vostre idee”, aggiunge spiegando che “è difficile avere una visione unitaria ma dovete cercare di fare una sintesi tra le diverse posizioni”. “Questo – sottolinea il Ministro – è un esercizio di democrazia, non dimenticatelo”. “Non possiamo chiudere gli occhi – li esorta – avanti così (in inglese, push)!”. “Sono sicuro che troverete delle soluzioni e noi faremo qualcosa – prosegue – agiremo di conseguenza, promesso”. “Il vostro punto di vista è molto maturo – conclude – ne sono contento, discuterò ancora con voi, è stato inaspettato e molto bello”. Nel corso del dibattito un ragazzo africano ha chiesto a tutti di “agire in modo responsabile”, suscitando un applauso generalizzato in sala. Maria, proveniente dalla Romania, si è rivolta a Cingolani dicendo “siamo tutti responsabili del cambiamento climatico, non dimentichiamolo, contattateci e non dimenticateci”. Il confronto plenario, durato oltre 30 minuti, è stato seguito da una serie di confronti faccia a faccia tra i ragazzi e Cingolani, che poi ha abbandonato il Mico. – See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Youth4Climate.