Vicenda Zaki, parla lo studente egiziano: Io torno presto. Voi non vi dimenticate di me”

Lo studente egiziano Patrick Zaki
“Che torno presto. Io torno presto. Voi non vi dimenticate di me”. Patrick Zaki, nell’aula di tribunale di Mansoura lancia questo messaggio e ci tiene a ringraziare l’Italia: a ‘Repubblica’ dice di essere a conoscenza delle mobilitazioni nelle piazze italiane. “Sì. Lo so. Me lo hanno detto. Grazie. Grazie davvero a tutta l’Italia“. “Bene, sto bene, non è poi così male qui”, dice ancora. E poi alla domanda se si ricordi ancora l’italiano: “Sì, così così. Io studio”. Sa anche che il Bologna calcio non va tanto bene: “So anche quello, ma io continuo a tifare per loro”.