Roma, l’attore Libero Di Rienzo è morto per overdose: ora il pusher rischia il processo

L'attore Libero De Rienzo
Chiuse le indagini a carico del cittadino gambiano Mustafà Minte Lamin, il 32enne accusato di avere ceduto all’attore Libero Di Rienzo la droga che gli ha provocato la morte. Secondo i risultati tossicologici il decesso è stato provocato da una overdose di eroina. Dagli esami è emerso anche che l’attore aveva assunto cocaina e ansiolitici, che però non sarebbero la causa della morte. Nei confronti dell’indagato le accuse sono di morte come conseguenza di altro reato, detenzione e cessione di sostanza stupefacente. Nell’atto di chiusura delle indagini il pm Francesco Minisci scrive che il decesso di De Rienzo “è riconducibile a un arresto cardiorespiratorio per intossicazione acuta da eroina”. In base a quanto ricostruito dai carabinieri, lo spacciatore avrebbe ceduto eroina anche ad altre cinque persone. Il cittadino gambiano venne arrestato in flagranza di reato due settimane dopo la morte dell’attore mentre era intento a vendere droga a Roma nella zona di Torre Angela.