Cerveteri con la Comunità Sant’Egidio

Afghanistan: sabato al Maury’s raccolta di prodotti per l’igiene personale per i rifugiati in Italia. Iniziativa proposta dalla Consigliera comunale Adele Prosperi: “Non possiamo voltarci dall’altra parte davanti al dramma Afgano”

“Quanto è accaduto in questo 2021 in Afghanistan è molto più vicino di quanto si possa anche solo lontanamente immaginare. Il ritorno del regime talebano dopo il ritiro delle truppe statunitensi ha di colpo fatto tornare il paese indietro di 20anni. Le immagini che ci sono giunte nei primissimi giorni dall’Aeroporto di Kabul hanno scosso il mondo intero. Uomini e Donne, costretti ad una fuga disperata dalla propria terra in cerca di pace e altrettanto spesso a salutare per sempre i loro figli, lasciati nelle mani dei soldati presenti con la speranza di donargli un futuro migliore. Non possiamo e non dobbiamo rimanere inermi. Tramite l’attivazione dei corridoi umanitari, grazie al lavoro della Farnesina e delle tante realtà di volontariato, tanti di loro sono giunti in Italia, dove sono assistiti e accuditi in strutture protette. Ma c’è bisogno di essere solidali e di aiutare queste realtà a garantire la giusta assistenza. Per questo sabato 9 ottobre presso il Supermercato Maury’s faremo una raccolta di prodotti per l’igiene personale e la pulizia del corpo. Tutto il ricavato sarà consegnato alla Comunità Sant’Egidio, realtà in prima linea sin dal primo istante in questo dramma, che provvederà poi a smistarli a chi ne avrà necessità”. A dichiararlo e a promuovere l’iniziativa, è la Consigliera comunale di Cerveteri Adele Prosperi, che sposando la missione della Comunità Sant’Egidio ha fortemente voluto organizzare questo appuntamento con la solidarietà a Cerveteri e che vede la partecipazione, fondamentale, del Gruppo Comunale di Protezione Civile e della G.S. Cerveteri Runners. Sarà possibile donare tutti quei prodotti necessari all’igiene del corpo: shampoo e saponi, detergenti intimi, assorbenti femminili, ma anche creme per il viso, per le mani o per il corpo. “Da Donna, da madre e da rappresentante delle Istituzioni in qualità di Consigliera comunale ho ritenuto che fosse doveroso fare qualcosa, non rimanere inermi davanti a questo dramma – prosegue Adele Prosperi – in Italia, sin dalle ore successive lo scoppio dell’emergenza, abbiamo avuto una realtà che è stata e ancora oggi continua ad essere vitale all’interno dei corridoi umanitari: la Comunità di Sant’Egidio. Nei giorni successivi la raccolta, attraverso il Gruppo Comunale di Protezione Civile, l’Amministrazione comunale provvederà a consegnare a destinazione tutti i prodotti raccolti. Sarà un piccolo, ma davvero sentito, gesto di vicinanza verso tutte queste persone fuggite dalla guerra e dal terrore, ma anche un sostegno verso una realtà, come la Comunità di Sant’Egidio, sempre in prima linea in favore degli ultimi e straordinaria promotrice di pace”. A commentare l’iniziativa anche Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri, che dichiara: “la nostra è una comunità solidale, sensibile, attenta a ciò che accade nel mondo. In questi anni da Sindaco, ho avuto l’onore di vedere una città che non si è mai tirata indietro in queste occasioni, ma anzi, ha sempre dimostrato generosità e accoglienza. La situazione in Afghanistan ha colpito profondamente ognuno di noi, uno scenario di guerra verso il quale come Comune, come Ente non volevamo voltarci dall’altra parte. Speriamo che questa iniziativa, possa donare un momento di conforto a tutte quelle persone che hanno lasciato la propria terra, venendo in Italia, sognando un futuro migliore e di pace. Il nostro impegno vuole andare oltre l’emergenza: nei mesi che verranno vogliamo continuare a sostenere il lavoro della Comunità di Sant’Egidio, che proseguirà, in un comune lavoro a sostegno di chi è in difficoltà e nel bisogno”.