Entro poche settimane si tornerà a giocare sul campo di calcio di Marina di San Nicola

“In queste ore è stata ufficialmente firmata la convenzione tra il Comune di Ladispoli e la società Gabbiano Gym, che si è aggiudicata il bando per la riqualificazione e gestione dell’impianto sportivo Angelo Lombardi di Marina di San Nicola. I lavori stanno procedendo in modo spedito, entro poche settimane il campo da calcio ad undici di tornerà a popolarsi di bambini e giovanissimi calciatori”. L’annuncio è del sindaco Alessandro Grando che ha effettuato un sopralluogo nell’impianto di Marina di San Nicola insieme al presidente della Gabbiano Gym Guido Deleuse, per verificare lo stato di avanzamento degli interventi. “Il terreno di gioco, gli spogliatoi e tutte le strutture dello stadio Lombardi – prosegue il sindaco Grando – erano stati vittime di ripetuti raid vandalici e avevano bisogno di un intervento radicale per tornare nuovamente fruibili. L’amministrazione comunale, in ossequio al progetto di recupero e valorizzazione di tutte le strutture sportive di Ladispoli, ha pianificato un bando per l’affidamento che è stato vinto dalla Gabbiano Gym, società storica e solida, che si è impegnata non solo a riqualificare il manto in erba sintetica del campo da gioco, ma anche ad ampliare la struttura, creando campi da padel e spazi per fitness e wellness. Nel progetto è prevista anche la realizzazione di una club house dove i ragazzi della scuola calcio e le famiglie avranno un punto di incontro e socializzazione. Lo stadio di Marina di San Nicola diventerà dunque un centro polivalente e contribuirà ad arricchire l’offerta sportiva della nostra città. Colgo l’occasione – prosegue Grando – per annunciare che l’amministrazione comunale ha stanziato 15 mila euro per la riqualificazione dell’attigua pista di skate park. Nelle scorse settimane abbiamo effettuato un sopralluogo sul posto in compagnia di una delegazione dell’associazione Metamorfosi, di cui fanno parte molti ragazzi che praticano questo sport. Abbiamo ascoltato le loro richieste e stanziato le somme necessarie per riqualificare l’intera area. Il progetto prevede l’installazione dell’illuminazione, di un rete di recinzione perimetrale e la sostituzione delle rampe in legno con quelle più sicure realizzate in cemento armato. I lavori dovrebbero essere conclusi entro l’anno”.