Benevento, non ce l’ha fatta l’operaio caduto ieri da sei metri

Non ce l’ha fatta uno dei due operai rimasti gravemente feriti ieri a Benevento dopo essere caduti dal cestello di una piattaforma aerea mentre eseguivano dei lavori a sei metri di altezza. La vittima è un 28 enne di Faicchio. «L’ennesima tragedia si è consumata ieri su di un cantiere edile a Benevento, un giovane operaio, Alessandro, è morto mentre lavorava ed aveva solo ventotto anni. Quante vittime dobbiamo ancora contare, questa mattanza va fermata» lo ha affermato Giovanni Sgambati, segretario generale della UIL Campania. «La UIL , il mondo del lavoro, sono vicini alla famiglia, ma nessuno potrà restituire il ragazzo ai propri cari. L’impegno della UIL e dei sindacati sulla sicurezza sui luoghi di lavoro è prioritario, ma le nostre proposte e denunce da sole non bastano se manca la prevenzione, se le leggi non vengono rispettate e se gli ispettori sui luoghi di lavoro continuano ad essere pochi.», aggiunge Sgambati. Lunedì 11 ottobre, i cantieri resteranno fermi e i sindacati confederali e di categoria, Cgil Cisl Uil , Fillea Filca e Feneal alle ore 9:30, terranno un presidio di protesta nei pressi della Prefettura di Benevento.