Berlino, la visita del presidente Mattarella: “Stiamo ponendo insieme le basi  dell’Europa che lasceremo alle prossime generazioni”

Mattarella con il presidente tedesco Frank-Walter Seteinmeie
“Stiamo ponendo insieme le basi  dell’Europa che lasceremo alle prossime generazioni. L’Unione europea  dei prossimi anni e decenni, radicata nel vissuto quotidiano di  ciascuno dei nostri concittadini, dovrà essere più forte e coesa di quella che noi stessi abbiamo ricevuto in eredità dai suoi fondatori”. Lo ha ribadito il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella,  parlando a Berlino in occasione della premiazione dei Comuni vincitori del “Premio dei Presidenti per la cooperazione comunale tra Germania e Italia”, insieme all’omologo tedesco Frank-Walter Steinmeier. Determinati a mantenere intesa “I gemellaggi tra comuni italiani e tedeschi rappresentano uno strumento imprescindibile per consolidare l’amicizia tra Germania e Italia, per approfondire la conoscenza reciproca ed affrontare insieme le sfide dell’oggi e quelle future. I premi assegnati ai comuni sono un riconoscimento dell’impegno ad affrontare con grande creatività queste sfide. Questa cerimonia celebra la fortissima intesa tra i nostri paesi e la ferma determinazione a proseguirla mentre le energie dinamiche di Germania e Italia – a tutti i livelli, centrale e degli enti locali – sono rivolte alla cruciale ripresa economica e a quella sociale: questo è il tempo – appunto – della ripartenza”. Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella consegnando, con il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier, i Premi dei Presidenti per la cooperazione comunale tra Italia e Germania.  A concorrere sono stati più di 70 gemellaggi e, quindi, più di 140 Comuni. Per i piccoli comuni: primo classificato San Michele di Ganzari-Giengen an der Brenz; secondo classificato Bastia Umbra- Höchberg; terzo classificato Fivizzano – Steinhagen. Per i grandi comuni primo classificato  Hamm – Bari, secondo classificato Ludwigsburg – Bergamo. Concreta solidarietà tra Italia e Germania Durante l’emergenza legata al Covid “toccammo con mano la concreta solidarietà tra i nostri due popoli, ad ogni livello. Desidero in particolar modo ricordare con viva  riconoscenza l’accoglienza offerta da ospedali tedeschi a pazienti italiani durante i momenti per noi più duri del 2020. Quella che allora appariva come una possibilità oggi è una realtà”, ha detto Mattarella parlando  a Berlino in occasione della premiazione dei Comuni vincitori del  “Premio dei Presidenti per la cooperazione comunale tra Germania e  Italia”, insieme all’omologo tedesco Frank-Walter Steinmeier. Un riconoscimento, ha ricordato il Capo dello Stato italiano, ideato ed istituito “in un momento particolarissimo, quando appariva ancora  lungo e incerto il cammino che ci avrebbe condotto fuori  dall’emergenza pandemica”.      Steinmeier, rafforziamo insieme questa Europa  Dobbiamo “rafforzare assieme questa Europa”. Lo ha detto il presidente tedesco Frank-Walter Seteinmeier parlando a Berlino, con il presidente Sergio Mattarella, in occasione di una cerimonia all’amabasciata italiana di Berlino.Ringraziando i sindaci che hanno partecipato al concorso per un gemellaggio di comuni dei due Paesi Steinmeier ha detto di apprezzare molto tutta l’energia spesa “per il progetto d’integrazione europeo”. Colloquio con Merkel Prima della consegna del Premio dei Presidenti per la Cooperazione comunale tra Italia e Germania, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in visita ufficiale a Berlino, ha avuto un colloquio con la cancelliera uscente Angela Merkel, presso la sede della Cancelleria.