Festival del Cinema di Roma: al via da oggi la 16a edizione

Il Festival del Cinema di Roma
Con la giornata di oggi prende ufficialmente il via questa sedicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, che anche quest’anno offre una serie di importanti anteprime e porta nella Capitale alcuni dei maggiori protagonisti del cinema mondiale: ecco il programma. Questo primo giorno della Festa del Cinema vede come film d’apertura all’Auditorium Parco della Musica The Eyes of Tammy Faye di Michael Showalter, biopic incentrato sulla sbalorditiva ascesa e rovinosa caduta di Tammy Faye, telepredicatrice statunitense al centro della ribalta fra gli anni ’70 e ’80. A interpretarla c’è Jessica Chastain, che ha già ricevuto il plauso della critica per la sua performance. Al suo fianco nel ruolo del marito della Faye, Jimm Bakker, troviamo invece Andrew Garfield. Proprio Jessica Chastain sarà la protagonista, sempre all’Auditorium, dell’appuntamento inaugurale degli Incontri Ravvicinati promossi dalla Festa del Cinema: il rendez-vous fra l’attrice di The Help e Zero Dark Thirty e il pubblico è previsto per le ore 15. Tra i film parte della Selezione Ufficiale sarà proiettato per la stampa in questa giornata anche Mediterráneo di Marcel Barrena, in cui si narra la vicenda dei due bagnini spagnoli Oscar e Gerard, che colpiti dalle strazianti immagini di migranti annegati nel mare che divide l’Europa meridionale dal Nord Africa decidono di partire alla volta dell’isola di Lesbo, in Grecia, per impegnarsi in prima persona a salvare i tanti disperati disposti ad affrontare acque incerte pur di iniziare una nuova vita. Da qui nascerà l’ONG Open Arms. Grandi soddisfazioni arriveranno anche dalla rassegna parallela Alice nella Città, con la proiezione del primo slot di cortometraggi e del film Olga di Elie Grappe. Ma i riflettori saranno tutti puntati sulla premiere europea all’Auditorium Conciliazione dell’attesissimo Ghostbusters: Legacy, ultimo film del franchise degli Acchiappafantasmi, che costituisce in un certo senso un passaggio di consegne fra le vecchie e le nuove generazioni.