Fiumicino, nuovo presidio dei lavoratori di Alitalia, “Lavoro, diritti e dignità”

Nuovo presidio da parte dei lavoratori del settore aereo nel primo giorno di voli di Ita Airways, dopo l’uscita di scena di Alitalia, davanti al terminal partenze T1 dell’aeroporto di Fiumicino. La manifestazione è stata organizzata da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto aereo, per “chiedere a management e azionista garanzie su handling, manutenzione, indotto, assunzioni e applicazione del Ccnl”. “Giù da Alitalia – dall’Italia”, recita uno degli striscioni esposti. “Noi siamo Alitalia” e “Lavoro, diritti, dignità”, i cori maggiormente ripetuti dai presenti, che hanno anche acceso un fumogeno. Cori di protesta, suono di tamburi e fischietti, accompagnati dal battito delle mani contro le vetrate del terminal, fanno da sottofondo al sit-in. Dai sindacalisti presenti, che si alternano nei loro interventi parlando attraverso un megafono, prosegue la “bocciatura” nei confronti di Ita che proprio oggi ha avviato la sua operatività. I manifestanti hanno anche dato vita a un corteo, ma si sono poi nuovamente radunati all’esterno del terminal, presidiati dalle forze dell’ordine. Non si registrano tensioni.