Roma, assaltata la sede del comitato elettorale di Enrico Michetti: “Sono sconcertato, stop clima d’odio”

La sede del comitato elettorale di Enrico Michetti a Roma
Hanno agito nel buio della notte i vandali che si sono scagliati contro la sede del comitato elettorale di Enrico Michetti, candidato sindaco del centrodestra. Sulle pareti dei locali di via Antonio Malfante le scritte ‘Michetti fascista’ accompagnate dalle stelle a cinque punte delle Brigate Rosse e la minaccia ‘ricordati Piazzale Loreto’. “Vere e proprie minacce e intimidazioni, alimentate da un clima di odio che va avanti dall’inizio della campagna elettorale nei confronti di tutto il centrodestra. Questo è il risultato” – ha scritto in una nota il comitato elettorale Michetti sindaco.“Stelle a cinque Punte delle Brigate Rosse e minacce di morte contro di me. Sono sconcertato. Il nostro comitato è stato profanato e vandalizzato con le stelle a cinque punte delle Brigate Rossa, Michetti fascista e richiami a Piazzale Loreto” – ha commentato Michetti. “Questo è il risultato – spiega in linea con il suo staff – del clima di odio che si è creato intorno a me ed a tutto il centrodestra e che è stato alimentato in tutti questi mesi di campagna elettorale dalla sinistra. Adesso basta, non accetterò più attacchi che hanno addirittura portato a queste intimidazioni e minacce che offendono la mia persona e che mettono in pericolo la democrazia. Questa è una vergogna”.