Green pass lavoro, chi non ce l’ha non potrà più usufruire di maternità, assegni per il nucleo familiare e cassa integrazione o la stessa malattia

Il Green pass
Green pass lavoro, chi non ce l’ha non potrà più usufruire di maternità, assegni per il nucleo familiare e cassa integrazione o la stessa malattia. Fino al 31 dicembre il lavoratore senza Certificato verde è “assente ingiustificate” sul posto di lavoro ricorda studiocataldi.it . Di conseguenza non potrà godere di alcun diritto né tutela garantiti dal rapporto di lavoro, salvo la conservazione del posto di lavoro. La normativa che disciplina la situazione è contenuta nel dl 127/2021, ma le regole sul Green pass nei luoghi di lavoro sono contenute anche nel dpcm 12 ottobre 2021, pubblicato nella gazzetta n. 246/2021. I lavoratori “assenti ingiustificati” non hanno diritto allo stipendio. Con lo stipendio vengono meno anche le componenti della sua retribuzione, anche di natura previdenziale, di carattere fisso e continuativo, accessorio o indennitario, previsto per la giornata di lavoro non prestata. I giorni di assenza ingiustificata non concorrono alla maturazione di ferie e permessi retribuiti e comportano la perdita della relativa anzianità di lavoro. Lo stesso governo, nelle faq, ha spiegato che il lavoratore perde diritto anche alle tutele previdenziali e per i giorni di assenza ingiustificata non ha diritto neanche alle quote di assegni familiari o all’indennità Cig, qualora dovesse esserci una sospensione dell’attività aziendale.