Roma, al Festival del Cinema oggi la giornata del regista Quentin Tarantino

il regista statunitense Quentin Tarantino
Se due giorni fa era stata la Masterclass con Johnny Depp a catalizzare l’attenzione dei cinefili, oggi alla Festa del Cinema di Roma i riflettori saranno puntati su un altro grande del cinema contemporaneo, ovvero il regista Quentin Tarantino. Tarantino è uno dei due cineasti a cui la Festa del Cinema ha deciso di rendere omaggio con il Premio alla carriera. Per l’occasione, il regista di Pulp Fiction e Kill Bill sarà protagonista di un incontro con il pubblico alle 19 presso l’Auditorium Parco della Musica: un’occasione imperdibile per quanti vogliono ascoltare in prima persona le parole di uno dei personaggi più influenti della cinematografia recente. Per la sezione Duel si scontreranno invece alle 16 Antonio Monda e Francesco Chiamulera all’interno di un match che coinvolge due capisaldi della cultura italiana, ovvero La dolce vita di Federico Fellini e Il Sorpasso di Dino Risi. Numerose le proiezioni “fuori Selezione”, fra le quali figura anche Crazy for Football – Matti per il calcio di Volfango De Biasi con Sergio Castellitto, Max Tortora e Antonia Truppo, in cui si narra la storia di uno psichiatra che vede il calcio come una terapia e organizza così il primo mondiale di calcio a cinque per pazienti psichiatrici. Debuttano oggi martedì 19 ottobre alla Festa del Cinema di Roma 2021, all’interno della Selezione Ufficiale, Yuni di Kamila Andini, storia di una ragazza indonesiana che rifiuta due spasimanti e si deve confrontare con una superstizione secondo cui una donna che non accetta tre proposte di matrimonio non si sposerà mai, e Una película sobre parejas di Natalia Cabral e Oriol Estrada, che segue le vicende di una coppia di registi impegnata a girare un documentario sull’amore, esperienza che metterà alla prova la loro stessa relazione. Ricco anche il programma di Alice nella Città, che si conferma ormai una “componente esterna” immancabile della Festa del Cinema: tra le proiezioni di oggi troviamo Softie di Samuel Theis, Cusp di Parker Hill e Isabel Bethencourt, Souad di Ayten Amin e Brotherhood di Francesco Montagner.