Sudan, proseguono le proteste contro il golpe militare: sette civili uccisi

I disordini in Sudan dopo il golpe dei militari
Sono continuate nella notte le proteste in Sudan contro il colpo di stato militare. La Bbc riporta notizie secondo cui sarebbero almeno sette le persone rimaste uccise e decine quelle ferite, molte a causa dell’intervento di forze militari che hanno aperto il fuoco contro i manifestanti. Sky News cita un funzionario del ministero della Salute che parla di almeno 140 feriti. Nelle prossime ore è prevista una riunione d’emergenza del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite dopo che ieri il generale sudanese Abdel Fattah al-Burhan ha annunciato lo scioglimento del Consiglio sovrano e dichiarato lo stato d’emergenza nel Paese passate poche ore dalla notizia dell’arresto del premier Abdalla Hamdok e di altri dirigenti civili delle autorità della transizione.