Iraq, blitz dell’Isis nel nord est del Paese: uccise 11 persone

Miliziani dell'Isis in Iraq
Almeno 11 persone sono rimaste uccise in Iraq durante un attacco attribuito ai jihadisti del cosiddetto Stato islamico in un villaggio nel nord-est del paese. Lo riferiscono due fonti della sicurezza. L’attacco ha preso di mira il villaggio di Al-Rachad nella provincia di Diyala e ha provocato 11 morti e una cifra che oscilla tra i 13 e i 15 feriti, ha detto una fonte della sicurezza della provincia. Una seconda fonte, citando la presenza di civili tra le vittime, ha precisato che questo attacco con armi leggere ha preso di mira un villaggio che conta tra i suoi abitanti numerosi membri delle forze di sicurezza irachene. La polizia ha detto che gli uomini armati hanno usato diversi veicoli e pistole semiautomatiche nel loro attacco al villaggio vicino alla città orientale di Muqdadiya. Alcuni funzionari di polizia hanno detto che l’attacco è avvenuto in un villaggio prevalentemente sciita. Secondo i poliziotti, i militanti del gruppo dello Stato islamico avevano rapito due abitanti del villaggio e poi hanno fatto irruzione quando le loro richieste di riscatto non sono state soddisfatte. Hanno detto che tutti i morti e i feriti erano civili.