Calcio, il Barcellona licenzia il ct Ronald Koeman: risultati troppo deludenti

L'ormai ex allenatore del Barcellona Ronald Koeman
Il Barcellona ha licenziato Ronald Koeman come allenatore della prima squadra”. Il comunicato del club catalano non è una sorpresa, e arriva dopo l’ennesima delusione, in questo caso la sconfitta per 1-0 in casa con il Rayo Vallecano. Non solo questo, prima c’era stato il 2 a 1 favore del Real Madrid al Camp Nou. Il Barca oggi ristagna al 9  posto nel campionato spagnolo ed è a rischio eliminazione in Champions League. Criticato per diverse settimane, Koeman era già andato vicino all’esonero a fine settembre, quando il Barca era stato sconfitto 3-0 al Camp Nou dal Bayern Monaco in Champions League. Il club catalano non ha comunicato il nome del sostituto di Koeman, ma – dato l’andamento deludente del Club – la caccia al sostituto era scattata.: Xavi Hernandez. L’ex gloria del Camp Nou, ora sulla panchina di Al Sadd in Qatar, che ha più volte affermato di essere pronto ad accettare l’incarico e sembra essere il candidato preferito. Ma altri nomi sono stati citati dalla stampa, come Andrea Pirlo, o l’allenatore spagnolo del Belgio Roberto Martinez. Nel frattempo, l’interim potrebbe essere fornito da Sergi Barjuan, attuale allenatore delle riserve del Barca. Koeman ha finito per pagare gli scarsi risultati della sua squadra: il Barca non riesce a vincere una trasferta dall’inizio della stagione, non segna fuori dal Camp Nou da agosto, punta a un deludente 9  posto in Liga. E soprattutto il club catalano ha dovuto subire le delusioni in Champions League, dove ha preso due schiaffi, prima contro il Bayern Monaco al Camp Nou (3-0), poi a Lisbona contro il Benfica (3-0), che hanno finito per compromettere le sue possibilità di qualificarsi agli ottavi di finale. Alla guida del Barca ha vinto solo una Coppa di Spagna la scorsa stagione. In realtà, il Barcellona sembra non essere riuscito a metabolizzare il lutto della partenza di Lionel Messi dopo 17 anni. Difficoltà finanziarie hanno visto il sei volte vincitore del Pallone d’Oro partire per il Paris Saint-Germain e, in sua assenza, la squadra di Koeman non ha trovato una sua identità.