Roma, assalto alla sede della Cgil: altre sei misure cautelari, sono tutti di Forza Nuova

L'assalto alla sede romana della Cgil in Corso Italia
No Green pass, scontri a Roma del 9 ottobre con assalto alla Cgil: 6 nuove misure cautelari. I poliziotti della Digos della Questura di Roma, coordinati dalla procura di Roma, hanno eseguito tre arresti a carico di militanti di Forza Nuova, vicini agli ambienti ultras capitolini, e tre obblighi di dimora per altre tre persone aderenti del movimento di estrema destra e di movimenti no vax. Alle sei nuove misure si è arrivati grazie a ulteriori indagini con l’analisi dei filmati che hanno permesso di acquisire nei loro confronti gravi indizi di colpevolezza. Le accuse contestate dal pm titolare del fascicolo Gianfederica Dito sono di devastazione e saccheggio aggravato, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Tre le persone sottoposte a obbligo di dimora c’è anche il leader veronese di Forza Nuova ed esponente di spicco della componente ultras scaligera. Sono in corso ulteriori indagini per identificare gli altri soggetti che hanno preso parte alle violenze.