Pescosolido (Frosinone), panico in una casa per la presenza di un orso salito sul balcone al primo piano

Sono stati attimi di grande paura quelli vissuti, la scorsa notte, da due coniugi di Pescosolido, nel Frusinate, che hanno dovuto affrontare un orso bruno marsicano che si era arrampicato fino al primo piano della loro abitazione. Attirata da alcuni rumori, la coppia è uscita sul terrazzo convinta si trattasse di qualche malintenzionato. Invece, marito e moglie si sono ritrovati a tu per tu con l’animale: l’uomo, per salvarsi, è stato costretto a lanciarsi dal balcone, mentre la donna ha schivato per miracolo una zampata del plantigrado. “Stanotte io e mio marito abbiamo avuto un incontro ravvicinato con l’orso a meno di un metro di distanza, ci separava la ringhiera del terrazzo”, ha raccontato Annalisa Castagna in un post pubblicato sulla pagina ‘Sei di Pescosolido se…’. “Sentendo dei rumori provenienti dal terrazzo della camera da letto al primo piano – ha proseguito – incauti, incoscienti, pensando a qualche malintenzionato, siamo usciti con le luci dei telefonini”. È qui che i due si sono ritrovati a pochi centimetri dall’animale: ”Io ho urlato praticamente in faccia all’orso che ha bramito sferrando una zampata; con la debole luce del telefonino sono riuscita a contare tutti i denti che aveva in bocca più la lingua rossa. Con un salto all’indietro sono rientrata dalla porta finestra a 4 metri di distanza”, ha aggiunto. Il marito, invece, ”che si trovava nell’angolo alla mia destra, vedendosi braccato poiché intanto l’orso aveva scavalcato, si è visto costretto a buttarsi di sotto”. Un salto di tre metri, ha spiegato Castagna, che gli ha provocato “dolori dappertutto soprattutto all’anca e al bacino ed escoriazioni su tutto il lato destro”.