Milano, condannato a 11 mesi di carcere un egiziano che aveva partecipato alle manifestazioni contro il Green pass

Una manifestazion no green pass a Milano
No Green pass a Milano, è stato condannato a 11 mesi e 10 giorni di reclusione per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale il 22enne egiziano arrestato il 23 ottobre scorso in occasione di un corteo. La polizia di Stato lo aveva arrestato nei pressi della Camera del Lavoro della Cgil, durante la manifestazione non preavvisata che aveva creato forti disagi, nel centro cittadino, alla circolazione dei mezzi e alle infrastrutture del trasporto pubblico. Quel pomeriggio gruppi di violenti erano stati bloccati tutte le volte in cui avevano cercato il contatto con le forze dell’ordine e provato a raggiungere obiettivi sensibili. In particolare, il dispositivo della polizia di Stato, carabinieri e guardia di finanza era stato molto impegnato per scongiurare i ripetuti tentativi di violenti manifestanti di raggiungere la sede della Cgil. Il 22enne, già colpito da ordine di allontanamento dal territorio nazionale e con numerosi precedenti a carico, questa mattina è stato condannato a 11 mesi e dieci giorni di reclusione, che sconterà presso la casa circondariale di San Vittore dati i precedenti, per resistenza aggravata a pubblico ufficiale e per le lesioni causate a un poliziotto che aveva riportato 10 giorni di prognosi.