Boom di entrate dai tributi fiscali rispetto ai primi 9 mesi del 2020 (+22,7%)

L'Agenzia delle Entrate
Boom di entrate dai tributi fiscali rispetto ai primi 9 mesi del 2020: lo stato incassa 37 miliardi di euro in più rispetto al 2020. A trainare il balzo in avanti le entrate da Iva (+22,6%). Nel periodo Gennaio-Settembre 2021 le entrate accertate ammontano a 340.865 milioni di euro, con un incremento di +37.367 milioni rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (+12,3%). A renderlo noto il Ministero dell’Economia e delle Finanze. Il gettito IRPEF si attesta a 145.391 milioni di euro con un incremento di +8.720 milioni (+6,4%). Salgono anche le imposte indirette (+19,0%) ma al risultato ha contribuito prevalentemente l’IVA (+18.041 milioni di euro, +22,6%).  Le entrate relative ai giochi rilevano un incremento del +13,7%, un miliardo in più rispetto allo scorso anno, raggiungendo quota 8,5 miliardi di euro. Un Settembre d’oro per il Fisco In particolare, il mese di Settembre 2021 mostra una variazione positiva delle entrate pari a 6,7 miliardi di euro (+21,1%), “determinata dall’incremento di gettito delle imposte dirette di 5,8 miliardi (+34,1%) e di quelle indirette di 990 milioni (+6,6%)”. Tuttavia il quadro – sottolinea il ministero delle Finanze nel bollettino delle entrate tributarie -”presenta ancora un evidente carattere di disomogeneità per effetto del lockdown e delle conseguenti misure economiche e di sospensione dei versamenti, dirette ad affrontare l’emergenza sanitaria”.