Roma, denunciate due persone: percepivano il reddito di cittadinanza ed erano sottoposti a misure cautelari

A Roma due persone sono state denunciate dai carabinieri in quanto percepivano il reddito di cittadinanza nonostante fossero sottoposti a misure cautelari. Si tratta di un 20enne domiciliato nel campo nomadi di via Cesare Lombroso, dove sta già scontando gli arresti domiciliari per precedenti reati, e un 46enne romano, disoccupato e già sottoposto a un divieto di avvicinamento. Entrambi sono ora accusati del reato di indebita percezione del reddito di cittadinanza. Dalle verifiche è emerso che i due ricevevano indebitamente il sussidio dall’anno 2020 per una somma complessiva di 30.800 euro.