Roma, la Finanza arresta un 30enne per possesso di 180 dosi di cocaina

La Guardia di Finanza a Roma
A Roma un uomo di 30 anni è stato arrestato dalla guardia di finanza perché aveva in casa 180 dosi di cocaina. Il viavai di persone nei pressi dell’appartamento del pusher ha attirato l’attenzione delle Fiamme Gialle, che hanno deciso di perquisire la dimora scoprendo oltre 150 grammi di cocaina, nascoste in una cassaforte blindata, tre bilancini di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi, oltre a 800 euro in contanti, forse provento dello smercio di droga. Il giovane, con precedenti analoghi, è stato arrestato per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Da ulteriori accertamenti, è emerso che il nucleo familiare del pusher beneficiava del reddito di cittadinanza, è stata così data comunicazione all’Inps per la decadenza dal diritto al sussidio.