La Sapienza ospita RO.ME Museum Exhibition 2021

Da oggi a venerdì 19 il Museo dell’Arte Classica della Sapienza ospiterà, in presenza, la quarta edizione di RO.ME Museum Exhibition. La Fiera torna in presenza dopo l’edizione digitale del 2020 imposta dalla pandemia, e costituirà il più rilevante appuntamento di settore in calendario nel 2021 nel panorama europeo, dove le importanti fiere che si celebrano da lungo tempo sia a Londra (Museums + Heritage) che a Parigi (Museum Connections), sono state cancellate o hanno virato anche quest’anno su un format esclusivamente digitale. La manifestazione sarà inaugurata alle ore 10.30, dalla Rettrice della Sapienza Antonella Polimeni, dal Ministro della Cultura Dario Franceschini, dall’Assessore allo Sviluppo economico della Regione Lazio Paolo Orneli e dal Presidente della Camera di commercio di Roma Lorenzo Tagliavanti. Alla cerimonia di apertura seguirà, come da tradizione, il Convegno inaugurale alla presenza dei direttori dei musei italiani organizzato in collaborazione con la Direzione generale musei del Ministero della Cultura, retta dal Direttore generale Massimo Osanna. “RO.ME” è un’occasione importante – sottolinea la Rettrice Antonella Polimeni – per evidenziare il ruolo fondamentale della conservazione e della trasmissione del sapere che i musei svolgono quotidianamente avvicinando il pubblico all’arte, alla cultura, alla scienza e alla storia. È una missione, la cosiddetta terza missione, che Sapienza realizza grazie a un sistema integrato di 18 musei, aperti non solo alla comunità universitaria, ma anche alla cittadinanza. Ospitare questo evento così prestigioso significa sostenere un’iniziativa che valorizza i musei e gli altri spazi come luoghi vivi, in grado di fare rete in un complessivo progetto di divulgazione della conoscenza e di dialogo costante con il territorio”. La partnership con Sapienza Università di Roma, avviata sin dalla prima edizione della manifestazione, quest’anno si è consolidata con la scelta di tenere la Fiera presso uno dei maggiori musei dell’Università. La sinergia instaurata con il Centro di eccellenza del Dtc del Lazio, la più grande infrastruttura di ricerca in Europa, a cui ha dato vita Sapienza assieme alle cinque università del Lazio, Cnr, Infn ed Enea, costituisce una straordinaria opportunità per favorire il trasferimento tecnologico verso le imprese del settore, a partire dalla sfida della transizione digitale, principale missione del Piano nazionale di ripresa e resilienza. La manifestazione quest’anno avrà come tema generale “Oltre la pandemia – Beyond the pandemic”, per evidenziare il cambio di paradigma che il Covid-19 ha impresso anche al settore della cultura. I cambiamenti che hanno intaccato irreversibilmente i modelli di fruizione da parte del pubblico e il funzionamento di istituzioni e imprese culturali si accompagnano worldwide all’adozione di strategie e allo sviluppo di progetti innovativi. Oltre 35 appuntamenti in tre giorni tra eventi speciali, panel e workshop, animati da 150 speaker nazionali e internazionali. Saranno inoltre 50 le aziende nazionali e internazionali che presenzieranno alla Fiera con corner espositivi allestiti nel museo, mostrando prodotti e soluzioni innovative: dal merchandising museale alle imprese creative e culturali della digital trasformation, dagli allestimenti ai progetti immersivi attraverso la mixed reality, dai servizi per i visitatori al collection management. In calendario anche 500 incontri professionali e vendor sessions con buyer provenienti dai musei internazionali di Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Francia e Spagna. Numerosi gli eventi speciali in programma: a partire dal workshop organizzato in collaborazione col Segretariato Generale del MiC riguardante “Il Piano nazionale di resilienza e ripresa e i musei”, dove si esporranno le misure di intervento, e i criteri di allocazione e destinazione delle risorse del Pnrr per il settore. Per il secondo anno consecutivo verrà, inoltre, conferito il premio Fondazione Santagata per i territori Unesco 2021, attribuito da una giuria di esperti sotto il patrocino della Commissione nazionale italiana per l’Unesco. In quest’occasione verrà celebrata anche la ricorrenza del 75° anniversario della fondazione dell’Unesco Italia. La Fiera torna quindi in presenza e si terrà con una formula blended, che prevede eventi in presenza e da remoto, fruibili sulla piattaforma romemuseumexhibition.com. Appuntamento al Museo dell’Arte Classica della Città Universitaria, Piazzale Aldo Moro, 5.