Biden-Hi Jinping, summit virtuale tra aperture e tensioni

E’ terminato dopo circa tre ore il summit virtuale tra i presidenti americano e cinese, Joe Biden e Xi Jinping. In apertura il presidente americano ha rivolto un appello al suo omologo per “evitare un conflitto tra Stati Uniti e Cina”. Xi ha affermato che “la Cina è pronta a lavorare con gli Stati Uniti per formare un consenso e intraprendere azioni al fine di guidare lo sviluppo positivo delle relazioni sino-americane”. Su Taiwan restano le divergenze. Biden ha messo in guardia il presidente cinese da azioni unilaterali che cambino lo status quo e minino la pace e la stabilità nella regione. Dura la risposta di Xi, che ha ribadito la sacralità del principio di ‘una sola Cina’: “Cercare l’indipendenza di Taiwan vuol dire giocare con il fuoco”, ha affermato. E ancora: “Se verrà superata la linea rossa, dovremo adottare misure decisive”. Un messaggio chiaro quello della Cina. Anche quando il presidente cinese ha affermato di sperare che Biden dimostri a pieno la sua leadership e “spinga la politica degli Stati Uniti nei confronti della Cina a tornare su un binario razionale e pragmatico”, rispettando “i principi del rispetto reciproco, della pacifica convivenza e di una cooperazione vantaggiosa per entrambe le parti”. “Non solo davanti ai nostri popoli ma davanti al mondo intero abbiamo la responsabilità di gestire la competizione tra i nostri due Paesi con responsabilità”, è invece l’appello lanciato da Biden, che ha anche sottolineato: “Dobbiamo evitare un conflitto”. Le parole del presidente americano sono state subito raccolte da Xi, che si è detto pronto a lavorare per lo sviluppo delle relazioni tra Stati Uniti e Cina ma sottolineando come questo sia possibile solo nel rispetto reciproco. Biden si è comunque detto molto preoccupato per quella che gli Usa considerano una la violazione dei diritti umani nello Xinjiang, nel Tibet e ad Hong Kong. Poi ha richiamato Pechino a rispettare le regole sul fronte economico e commerciale, parlando di “pratiche inique” che danneggiano le imprese e i lavoratori americani. I terreni su cui lavorare a un fronte comune, però, ci sono: Biden e Xi hanno individuato nella lotta ai cambiamenti climatici e nel campo dell’energia i due ambiti in cui far partire una proficua cooperazione e tentare di aprire una nuova era nei rapporti tra i due Paesi.