Covid, parla il ministro Speranza: “È giusto anticipare al 22 novembre la campagna per i richiami vaccinali per la fascia d’età 40-59 anni”

Il ministro della Salute, Roberto Speranza
“La curva del contagio sale nel nostro Paese e, ancora di più, nei Paesi europei vicini all’Italia. Il vaccino è lo strumento principale per ridurre la diffusione del virus e le forme gravi di malattia. È giusto, quindi, anticipare al 22 novembre la campagna per i richiami vaccinali per la fascia d’età 40-59 anni”. Lo afferma il Ministro della Salute, Roberto Speranza. “Sono ore intense e delicate: siamo ancora dentro la sfida del Covid e i numeri che arrivano da Paesi Ue segnalano come ci sia bisogno di tenere molto alto il livello di attenzione. Anche nel nostro paese i numeri sono in salita: dobbiamo tenere alta l’attenzione e insistere sulle vaccinazioni, a stamani avevamo l’86,86% delle persone vaccinabili che hanno fatto la prima dose. Ma dobbiamo far crescere ancora questi numeri”. “Dobbiamo far crescere i numeri  delle vaccinazioni in termini di prime e terze dosi. Convincendo ancora le persone che hanno dubbi anche per le terze dosi. I numeri delle terze dosi sono in crescita: ieri 150 mila richiami, un numero importante. Il richiamo è decisivo perché ci consente una maggiore protezione”. Lo ha evidenziato il ministro della Salute, Roberto Speranza, al Forum internazionale dell’agricoltura e dell’alimentazione promosso da Coldiretti.