“Solo 8 loculi al Sasso e nessun posto a terra per la sepoltura nei 4 cimiteri di Cerveteri”

Con otto loculi disponibili al cimitero del Sasso e nessun posto per la sepoltura a terra nei quattro cimiteri della città, a Cerveteri la carenza loculi si fa sempre più pressante. A tornare a puntare i riflettori sulla situazione è il consigliere di Fratelli d’Italia, Annalisa Belardinelli. Nel mirino, ancora una volta, c’è l’amministrazione Pascucci, rea di non aver trovato, in questi anni di amministrazione, una soluzione al problema. “Eppure ad aprile sono stati stanziati in bilancio 200mila euro per la costruzione di nuovi loculi al cimitero di via dei Vignali – ha spiegato – ma ad oggi, dopo 7 mesi non si è ancora provveduto a conferire l’incarico per il progetto esecutivo, forse nei prossimi giorni…”. Il consigliere FdI punta i riflettori anche sugli “oltre 11mila euro di soldi pubblici” spesi nel 2015 “per un progetto esecutivo che è rimasto però chiuso in un cassetto perché – ha spiegato – come affermato in aula dall’ex vice sindaco ed ex assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Zito, l’opera era troppo costosa (costosa? Parliamo di loculi che si autofinanziano con l’introito delle concessioni) e comunque non era una priorità di questa amministrazione. La verità – ha concluso Belardinelli – è che speravano di realizzare un quinto cimitero a gestione privata, ma ora sono costretti a ripartire dal via. Senza parole”.