Campania: arresti domiciliari per Antonio Di Mario, presidente della Provincia di Benevento. I reati: corruzione aggravata e rivelazioni di segreti d’ufficio

Il presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, e altre 7 persone agli arresti domiciliari e dieci soggetti destinatari del divieto di contrattare con la P.a. E’ il bilancio di una indagine della Procura e dei carabinieri su 11 procedure pubbliche di appalto indette e gestite dalla Provincia di Benevento, da quella di Caserta e dal Comune di Buonalbergo, il cui sindaco (eletto col centrodestra) è tra gli arrestati. La misura riguarda imprenditori e professionisti indiziati, a vario titolo, di corruzione aggravata, turbata libertà degli incanti, rivelazione di segreti d’ufficio ed emissione di fatture per operazioni inesistenti. Effettuato anche un sequestro preventivo di somme di denaro pari a complessivi 49.500 euro, il “prezzo” dei reati di corruzione finora accertati.