Champions League, l’Atalanta spera ancora dopo il 3 a 3 contro lo Young Boys

L’Atalanta pareggia 3-3 in trasferta, sul campo sintetico di Berna, con lo Young Boys nella quinta gara del gruppo F della Champions League e tiene aperte le possibilità di qualificazione grazie al gol nel finale di Muriel. Con questo pareggio i nerazzurri sono terzi nel girone con 6 punti dietro al Manchester United con 10 e il Villarreal, sconfitto oggi dai Red Devils, con 7 punti. Nell’ultima giornata la squadra di Gasperini sfiderà a Bergamo proprio gli spagnoli. Ultimo lo Young Boys con 4 punti. La squadra di Gasperini passa in vantaggio al 10′ del primo tempo grazie a Duvan Zapata che sfrutta al meglio un cross basso di Freuler, stoppa la palla di sinistro e al volo, batte di destro in girata Faivre. I nerazzurri sprecano più volte il raddoppio e vengono puniti al termine del primo tempo. Al 39′ su calcio d’angolo arriva la rete di testa di Jordan Siebatcheu. Ad inizio ripresa l’Atalanta continua a spingere e al 51′ trova il nuovo vantaggio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Pasalic in area tocca per Palomino che, al volo da pochi passi dentro l’area, mette a giro sul sette lontano, dove Faivre non può arrivare. Lo Young Boys a questo punto tenta il tutto per tutto e ribalta la situazione andando in gol all’80’ con Vincent Sierro e all’84’ con un eurogol di Silvan Hefti. L’Atalanta non ci sta e all’88’ con Muriel, appena entrato, trova il 3-3 con un perfetto calcio di punizione.