Cina, per il governo la vicenda di Peng Shuai “è stata montata ad arte in Occidente”

La tennista cinese Peng Shuai
Una vicenda “montata ad arte”. Questo il commento di Pechino sulla vicenda della tennista cinese Peng Shuai, la cui sorte ha suscitato preoccupazione nel mondo intero dopo che la sportiva ha denunciato violenze sessuali da parte di un ex vicepremier. “Credo che alcune persone dovrebbero smettere di gonfiare deliberatamente con malizia la vicenda, per non parlare di quelli che la politicizzano”, ha dichiarato il portavoce del ministero degli esteri cinese, Zhao Lijian. Si tratta delle prime dichiarazioni ufficiali del governo, dopo che per giorni il ministero degli Esteri ha rifiutato di esprimersi, affermando che non riguardava la sfera diplomatica. Oggi il portavoce Zhao ha fatto la sua breve affermazione, reagendo a reiterate domande dei giornalisti in conferenza stampa.