Germania, il prossimo mese sarà operativo il nuovo governo del cancelliere Olaf Scholz

Il prossimo cancelliere tedesco Olaf Scholz
“Il semaforo c’è”. Lo ha detto il cancelliere tedesco in pectore Olaf Scholz, presentando a Berlino il contratto di coalizione. Scholz ha annunciato “la prima coalizione di socialdemocratici, verdi e liberali a livello federale. Una coalizione di partiti che lavoreranno guardandosi negli occhi e che apporteranno i loro punti di forza per il benessere del nostro Paese”. In primo piano, nella conferenza stampa durante la quale è stato presentato l’accordo, i temi della transizione energetica, con il graduale stop all’uso del carbone entro il 2030, e della “sovranità” europea. Sulla base dell’intesa, circa il 2 per cento del territorio tedesco dovrà essere utilizzato per lo sviluppo del settore eolico, mentre un’attenzione particolare sarà dedicata allo sviluppo di energia puntando sull’idrogeno come vettore. Tra gli obiettivi fissati quello di far sì che entro il 2030 l’80 per cento dell’energia in Germania sia prodotta da fonti rinnovabili e che per quella stessa data siano in circolazione 15 milioni di automobili elettriche. Scholz, socialdemocratico, 63 anni, ha definito la “sovranità dell’Europa” come “un riferimento per la politica estera del nuovo governo”, sottolineando allo stesso tempo la centralità delle relazioni con la Francia e con gli Stati Uniti. Scholz ha annunciato che per la gravità della situazione Covid viene valutata la possibilità di introdurre l’obbligo di vaccino per alcune categorie lavorative, in modo da proteggere le fasce più deboli della popolazione. Ci sarà inoltre un team di scienziati e virologi che terranno informatala cancelleria costantemente. Scholz non ha precisato a quali categorie si riferisse: finora solo l’esercito aveva introdotto l’obbligo di immunizzazione, ma si discute da giorni di imporlo anche ai sanitari. L’esecutivo è stato presentato dalla stampa come “a semaforo” per via dei colori rosso, verde e giallo associati ai tre partiti che lo compongono.