Educare al consumo consapevole

Prosegue all’istituto Alberghiero di Ladispoli il progetto di educazione alimentare promosso da Aps Litorale Nord

Un progetto che sta estendendo i suoi confini e aumentando il coinvolgimento della cittadinanza con nuove iniziative finalizzate alla diffusione di un’indispensabile “cultura del consumo consapevole”: è quello che vede capofila l’Alberghiero di Ladispoli in collaborazione con l’Associazione di promozione sociale APS Litorale Nord. Coordinato dalla Prof.ssa Valeria Mollo, Docente di Lettere dell’Istituto di via Federici, il progetto sta ampliando la sua rete con l’adesione di diverse Scuole Primarie e Medie della città: i cibi cucinati non consumati e i prodotti in esubero eventualmente disponibili al termine delle esercitazioni pratiche svolte nei Laboratori di Enogastronomia dell’Istituto Alberghiero, ma anche quelli delle mense di tutte le altre scuole che parteciperanno all’iniziativa anti-spreco saranno raccolti e inseriti in un circuito virtuoso di recupero e di economia circolare. Ma c’è di più: se è vero che l’educazione parte dall’informazione, saranno proprio gli allievi dell’Istituto Alberghiero a farsi docenti per i loro compagni più giovani sfruttando le conoscenze acquisite a scuola nel campo delle Scienze dell’Alimentazione. “Abbiamo pensato a giornate di formazione dedicate all’educazione alimentare. I nostri alunni cercheranno di insegnare ai più piccoli i princìpi essenziali di una dieta sana e le regole per l’adozione di corrette abitudini a tavola. – ha spiegato la Prof.ssa Mollo – Il progetto sta riscuotendo in questi mesi grande entusiasmo e una straordinaria partecipazione. L’inserimento dell’Istituto Alberghiero nel circuito di recupero e di ‘economia circolare’ già posto in essere a Ladispoli dall’Associazione ‘APS Litorale Nord’ è testimonianza della possibilità di contribuire, ciascuno nel proprio ambito, all’adozione di comportamenti responsabili utili a migliorare la società in cui viviamo e operiamo”. “Abbiamo sposato con grande piacere questo progetto promosso dall’Associazione Aps Litorale Nord per una cucina sostenibile contro gli sprechi alimentari. – ha affermato la Dirigente scolastica dell’Istituto Superiore “G. Di Vittorio” Prof.ssa Vincenza La Rosa – E’ importantissimo sensibilizzare i nostri alunni all’adozione di comportamenti e di stili di consumo responsabili, consapevoli e rispettosi dell’ambiente e dell’ecosistema. Questi ragazzi, con il loro impegno e con la loro passione, rappresentano un faro che illumina la nostra scuola”. E lunedì 31 gennaio gli studenti hanno assistito alla proiezione del video realizzato proprio nelle cucine dell’Istituto di via Federici prima della pausa natalizia: un evento di show-cooking che ha visto protagonista lo Chef Corrado Correra, ex-allievo dell’Istituto Professionale Alberghiero, nella preparazione di due piatti basati sul metodo CMS (Cucina Mediterranea Sostenibile): zuppa contadina di mare e antipasto di zucca a scapece con sgombro cotto a bassa temperatura. Il Presidente dell’Associazione Aps Litorale Nord Riccardo Bucci ha spiegato l’importanza di formare e informare i cittadini per promuovere stili di consumo consapevole: un’attività cui Aps si dedica da sempre e che ha visto recentemente la firma di un Protocollo d’Intesa con l’Istituto Alberghiero di Ladispoli. Una partnership che vede quest’anno anche la sponsorizzazione della Deseo s.r.l., azienda Horeca attiva da molti anni a Ladispoli. Il suo titolare Marcello Tondinelli ha voluto salutare gli studenti al termine dell’evento, sottolineando l’importanza dell’iniziativa al fine di diffondere sempre più fra i giovani i princìpi di una sana alimentazione.
AGGIORNAMENTO del 3.02.2022 ore 16.04

Consegnati all’Alberghiero 6 maxi-schermi interattivi. Altri in arrivo con i fondi pon

6 monitor interattivi sono stati consegnati nei giorni scorsi e installati nelle aule dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli grazie ai fondi previsti dal D.L. 41 del 22/03/21 (Misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza da COVID-19). A spiegarne le funzionalità è il Prof. Daniele Manzo, Responsabile Progetti Pon dell’Istituto superiore “Giuseppe Di Vittorio”: “Si tratta di pannelli che possono essere usati come una lavagna tradizionale ma con molteplici strumenti multimediali aggiuntivi: il touch-screen consente infatti di creare forme o tracciati con le dita o con l’ausilio della penna fornita in dotazione. Sarà possibile annullare l’ultima modifica o ripristinarla cambiando il colore dei tracciati e scegliendo tra i vari tipi di tocco disponibili come penna o matita con spessori variabili a seconda della necessità. La modalità scrittura – aggiunge il Prof. Manzo – include funzioni multi-gesture quali il riconoscimento del palmo con funzione gomma, zoom in, zoom out, screenshot con l’utilizzo di 5 dita e rotazione immagine con 3 dita. 2 le touch pen incluse fino a 40 tocchi simultanei. Sarà inoltre possibile effettuare presentazioni in modalità wireless collegando il laptop personale allo schermo del pannello grazie alla mirroring app integrata. Molteplici le opzioni di connettività e interscambio, grazie alla presenza di porte dati e video posteriori e anteriori con funzionalità di connessione dati USB, HDMI e Type-c, che consentono una condivisione dei contenuti interattivi in totale semplicità e versatilità”. “In questa fase di indubbia complessità – ha affermato la Dirigente scolastica dell’Istituto Professionale di via Federici Prof.ssa Vincenza La Rosa – accogliamo con entusiasmo l’innovazione e le nuove tecnologie educative, certi che i nostri studenti e docenti sapranno valorizzarne l’utilizzo nel modo più efficace. La didattica è cambiata e deve aprire le porte a metodologie al passo con l’evoluzione e il mutamento del mercato del lavoro. L’emergenza sanitaria ha obbligato tutti a ripensare modalità e strategie formative che hanno senza dubbio consentito un’accelerata modernizzazione del mondo scolastico, capace di incidere in modo significativo sui modelli didattici. Tuttavia non dobbiamo dimenticare che l’innovazione deve continuare a poggiare sulla solidità di una tradizione culturale e professionale che è da sempre al centro della filosofia e della prassi educativa dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli. Puntiamo a una scuola concepita come ‘spazio aperto e innovativo’, fiduciosi in un completo superamento delle criticità che hanno accompagnato questa complessa fase della nostra storia e della nostra vita”. Ulteriori pannelli per completare la dotazione di tali strumenti a tutte le classi dell’Istituto, ha precisato il Prof. Manzo, saranno acquistati grazie ai finanziamenti derivanti dai Fondi Strutturali Europei – Programma operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento 2014-2020 – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR – “Digital Board: trasformazione digitale nella didattica e nell’organizzazione”).
AGGIORNAMENTO del 3.02.2022 ore 16.07

Vox Imago dona all’istituto “Di Vittorio” la collana dedicata all’opera lirica

Una panoramica completa del repertorio operistico nazionale e internazionale con l’offerta dei titoli più celebri del melodramma. E’ la collezione giunta la scorsa settimana nella sede dell’Istituto Superiore ‘Giuseppe Di Vittorio’. Mittente d’eccezione “Vox Imago”, l’Associazione che si occupa, nel nostro Paese, della divulgazione della conoscenza e della cultura dell’opera lirica e realizza ogni anno un seminario a tema che vede come docenti i professori Carlo Delfrati e Maria Luisa Merlo. Le scuole dei docenti partecipanti ricevono successivamente strumenti didattici e accessi facilitati alla piattaforma “Vox Imago” al fine di consentire una più efficace attività di insegnamento e divulgazione della cultura musicale dell’opera lirica. Obiettivo della collana “Vox imago” è quello di rappresentare un valido supporto per creare percorsi interdisciplinari e trasmettere agli studenti la complessità, la bellezza e l’attualità dell’opera lirica. Moltissime le risorse multimediali fruibili attraverso il codice presente sulla copertina dei testi: l’audio integrale delle opere, la guida all’ascolto, la trama, il libretto ma anche moltissimi altri documenti da leggere e visionare. Attraverso l’app “Vox imago”, inoltre, è possibile l’accesso diretto a tutti i contenuti e la fruizione interattiva e dinamica dei testi. Un’occasione preziosa per spiegare la multimedialità dell’ecosistema mediatico contemporaneo attraverso l’opera lirica, forma che più di ogni altra può essere considerata prodotto artistico multimediale per eccellenza, capace di fondere musica, letteratura, storia, scenografia e interpretazione in un’unica sintesi. I volumi della collana ‘Vox Imago’ sono disponibili per la consultazione e la lettura presso la sede di via Y. De Begnac 6.