Nettuno, 16enne ferito gravemente in un agguato è in coma farmacologico al Gemelli di Roma

Il ragazzo di 16 anni rimasto gravemente ferito ieri in un agguato avvenuto a Nettuno, in provincia di Roma, è in coma farmacologico. Nel blitz di stampo mafioso è stato coinvolto anche il padre, Antonello Francavilla, 44 anni, che si ritiene sia legato alla malavita foggiana. Nella serata di ieri, secondo quanto si è appreso, il minorenne è stato sottoposto al policlinico Gemelli di Roma a un primo intervento di “rimozione del proiettile in sede parietale destro e craniotomia decompressiva”. Nella notte i chirurghi vertebrali hanno rimosso un secondo proiettile “infisso nella quinta vertebra dorsale”. Il ragazzino è attualmente “intubato e ventilato meccanicamente in sedazione farmacologica”. La prognosi è riservata.