Inaugurata la 53.esima stagione estiva dell’Associazione Nautica Campo di Mare

Alla presenza di moltissimi Soci, delle Autorità istituzionali e dei rappresentanti delle Forze dell’Ordine è stata inaugurata la 53.esima stagione estiva dell’Associazione nautica Campo di Mare asd, fondata e presente a Cerveteri dal 1969. Il presidente Celso Valerio Caferri ha accolto il Presidente del Consiglio comunale Carmelo Travaglia e diversi Consiglieri (l’invito era stato fatto pervenire, come peraltro accaduto altre volte in passato, indistintamente a tutti i Consiglieri componenti il Consiglio comunale, il Sindaco Alessio Pascucci, la Vicesindaco Elena Gubetti e l’Assessore allo Sport Federica Battafarano). Intervenuti i Carabinieri di Cerveteri, la Comandante della Polizia locale, il Responsabile della Protezione civile comunale, la presidente di Scuolambiente, don Toni in rappresentanza della Parrocchia San Francesco d’Assisi di Cerenova; assente la Capitaneria di Porto per concomitanti impegni a Civitavecchia ma che ha trasmesso un messaggio di augurio. Il presidente ha brevemente rammentato la storia dell’Associazione, che coinvolge circa 900 persone tra soci e familiari, tra i quali personalità di rilievo nazionale nel mondo della cultura e dello sport. Ha evidenziato l’attività di formazione svolta in favore dei giovani, soprattutto con la Scuola vela e con il progetto FIV/MIUR “Velascuola”, erogato da oltre un decennio in periodo ed orario scolastico a diverse classi dell’Istituto comprensivo Marina di Cerveteri. Sono state ricordate le diverse attività culturali, aperte a tutto il territorio, svolte presso l’Associazione, la disponibilità ad ospitare gratuitamente Colonie comunali e Cooperative di ragazzi con disabilità, alcune attività della Parrocchia di Cerenova tra le quali la annuale e tradizionale Santa Messa di Ferragosto officiata per diversi anni dal Vescovo Gino Reali, il locale Comitato di Zona, le Delegazioni straniere in occasione della Sagra dell’Uva, conferenze della Città metropolitana e di Scuolambiente incentrate sulla salvaguardia ambientale, soprattutto del mare e della Palude di Torre Flavia. E sono state brevemente richiamate le vicende che dal 1969 in poi hanno coinvolto Campo di Mare e l’Associazione, unite da un legame ultracinquantennale, ribadendo che questa ha sempre rispettato le sentenze dei Tribunali, le Leggi ed i Regolamenti regionali e comunali, le disposizioni della Capitaneria di Porto, dell’Agenzia delle Dogane e di quasivoglia Ente sovraordinato. Ciò ha comportato anche difficoltà, dispiaceri e costi, affrontati dai Soci con la consapevolezza di avere un comportamento socialmente corretto, nei confronti del corpo sociale, delle Istituzioni e del territorio di Cerveteri. La linearità di tale condotta è stata ripresa nel saluto del Sindaco Pascucci, che ha evidenziato l’importanza delle attività svolte dall’Associazione non solo in campo sportivo e culturale ma anche nei confronti del territorio, citando il contributo dato per l’arretramento della linea demaniale che ha consentito ai cittadini di Cerveteri di prendere possesso della consistente porzione di spiaggia che era in mano a privati. Ad un momento di preghiera e la benedizione di don Toni è seguita, tra la commozione dei tanti presenti, la breve ma sentita cerimonia dell’Alzabandiera, con le note dell’Inno nazionale suonate da una tromba del Corpo bandistico Cerite e l’alzata delle bandiere effettuata dal presidente e da un rappresentante dell’Arma dei Carabinieri. Evviva Cerveteri, evviva l’Associazione nautica Campo di Mare asd!