Comunali: il centrodestra vince a L’Aquila, Palermo e Genova. Al Pd Padova, Lodi e Taranto

Gli exit poll danno Genova e Palermo al centrodestra unito; al ballottaggio Parma, Verona, Catanzaro e L’Aquila con il centrosinistra in testa nelle prime due città. Le
assenze dei presidenti di seggio a Palermo: la Procura valuta i reati di interruzione di pubblico servizio e rifiuto di atti d’ufficio. Secondo le proiezioni Tecnè per Mediaset a Palermo Lagalla è al 45,7%, Miceli al 29,3% e Ferrandelli al 15,1%. A Genova, sempre secondo Tecnè, Bucci è al 55,2%, Dello Strologo al 38%. “Con Roberto Lagalla oggi vince non solo il centrodestra ma il governo Musumeci. Parliamo di un assessore che fin dall’inizio ho chiamato a far parte della mia squadra, che si è distinto per impegno. Roberto ha raccolto quello che ha seminato”. Così il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, nel comitato di Roberto Lagalla. “I numeri ci dicono già che dove il centrodestra corre unito si portano a casa i Comuni. Dove invece ci si presenta separati (peggio ancora la separazione è anticipata da dibattiti spesso poco comprensibili ai cittadini) gli elettori giustamente puniscono il centrodestra”. Lo ha dichiarato il governatore Luca Zaia, commentando i primi responsi per il centrodestra alle comunali. Con 22 sezioni scrutinate su 37, a Gorizia si profila un ballottaggio tra il sindaco uscente, Rodolfo Ziberna, sostenuto dal centrodestra, e Laura Fasiolo, supportata da centrosinistra e M5S. Ziberna, al momento, si attesta al 42.17% (3.521 voti), Fasiolo al 32,5 (2.714 voti).