Si incaglia in una lenza, salvato un fratino

Hanno allestito una sala operatoria alla casetta all’ingresso di Torre Flavia e con tanta pazienza e amore sono riusciti a liberarlo dalla morsa di quella lenza che si era impigliata nella sua zampetta non consentendogli di spiccare nuovamente il volo. Protagonista uno dei due piccoli di Fratino nati dal nido sulle dune davanti alla Torre, sulla spiaggia di Torre Flavia. A trovarlo e salvarlo è stata una dei volontari che opera all’interno della Palude, Marisa Perchinelli. Una volta rimossa la lenza il piccolo è stato rimesso in spiaggia e come se nulla fosse ha spiccato nuovamente il volo. Da qui l’appello ai pescatori che la sera, una volta che i bagnanti vanno via, si recano in spiaggia per dilettarsi nella pesca: non lasciate ami e lenze abbandonati sugli arenili.