Guerra in Ucraina, la Russia sta utilizzando piloti mercenari della compagnia militare privata Wagner

L’ultimo bollettino dell’intelligence militare britannica ha dichiarato che la Russia sta utilizzando piloti mercenari della compagnia militare privata Wagner perché non dispone di personale adeguatamente addestrato, per questo sta subendo perdite in combattimento nella guerra con l’Ucraina.  Il rapporto, pubblicato dal ministero della Difesa su Twitter, fa riferimento alla confessione di un pilota di un jet d’attacco russo Su-25 catturato in seguito all’abbattimento del suo aereo, lo scorso 17 giugno. “Il pilota ha confessato di essere un ex maggiore dell’aviazione russa, impiegato nella Wagner e che aveva compiuto diverse missioni nel conflitto”, si legge nel bollettino. “L’uso di personale militare in pensione, e ora contractor nella Wagner, per condurre missioni di supporto aereo ravvicinato indica che l’aviazione russa probabilmente è alle prese con una carenza di equipaggi per sostenere l’invasione dell’Ucraina”, prosegue il rapporto diffuso dal ministero della Difesa di Londra. L’intelligence ritiene che l’uso di dipendenti in pensione che attualmente lavorano sotto contratto “è probabilmente dovuto a una combinazione della mancanza di personale adeguatamente addestrato in Russia e delle sue perdite in combattimento”. Durante le sue missioni, il pilota russo avrebbe utilizzato inoltre dispositivi Gps commerciali, piuttosto che apparecchiature di navigazione militari russe. “Questo probabilmente indica che gli aerei Wagner sono modelli Su-25 più vecchi e che l’aeronautica russa non fornisce a Wagner velivoli più moderni”, ha affermato l’intelligence.