Santa Severa, il dolore del bagnino del Nuova Oasi Beach: “Ho sempre davanti quella faccetta”

“Ho sempre davanti quella faccetta”. Lo dichiara a La Repubblica il bagnino del Nuova Oasi Beach di Santa Severa dove ieri un bambino di due anni e mezzo è annegato. L’uomo è stato interrogato dai carabinieri, così come la baby sitter a cui pare fosse affidato il piccolo e altri testimoni. Il titolare fa fatica anche a tenersi in piedi: “Non ce la faccio, scusi ma non ce la faccio proprio”. L’imprenditore piange e alla fine i suoi collaboratori lo accompagnano a casa. “Cercate di capirlo, è stato lui a trovare quel bambino e a tirarlo fuori dall’acqua”, precisano. Secondo quanto emerso dalle testimonianze, il bimbo spesso era in spiaggia ed era ormai conosciuto da tutti allo stabilimento. La tragedia è avvenuta nella tarda mattinata di ieri. Il personale del 118 ha cercato di rianimare il piccolo, ma i tentativi sono stati vani. Il bimbo, secondo una prima ricostruzione, si trovava in spiaggia e sarebbe stato perso di vista per alcuni istanti. Il piccolo sarebbe morto per annegamento. Sulla vicenda indaga la Procura di Civitavecchia.